Believe in Soy Milk

Negli ultimi giorni ci siamo resi conto che l’ingrediente più sottovalutato in pasticceria negli ultimi anni è proprio il latte di soia.
Incredibile agente montante, ottimo emulsionante..
Ci abbiamo fatto anche uno zabaione senza uova.

Che spettacolo.

2015/01/img_5654.jpg

2015/01/img_5651.jpg

2015/01/img_5636.jpg

Post scritto ascoltando: Twins- Gem Club

Annunci

4 pensieri riguardo “Believe in Soy Milk

  1. Ciao Luca,
    leggendo,come sempre, con attenzione i tuoi articoli mi è venuto spontaneo pensare a come poter cercare di fare mangiare la pastiera anche a chi è allergico all’uovo!
    Che ne penseresti se al posto degli albumi montati a neve ci mettessi il latte di soia? Certo avrò risolto metà del problema (l’albume) mi manca sempre come sostituire il tuorlo!!
    Ma un passo per volta.
    Un abbraccione Nino

    Antonio De Feo
    Responsabile Area Territoriale Sicilia e Calabria
    Banca Monte dei Paschi di Siena SpA
    Via G. B. Guccia, 2 – Palermo
    Tel. – 091. 6016201 – Cell. 335.8107700
    http://www.mps.it

    1. Caro Nino,
      Ovviamente la pastiera ha il suo gusto caratteristico anche grazie alle uova, più che sostituirlo alla farcitura bisognerebbe sostituirlo anche alla frolla della base!
      Impossible is nothing..

      -Noi scaldiamo il latte di soia a 60 gradi (Per attivare la lecitina naturale presente)
      -Successivamente prepariamo uno sciroppo con zucchero, vaniglia e lo stesso latte di soia.
      -Lo introduciamo in un sifone e con due cariche di gas otteniamo una crema montata che ha la consistenza cremosa simile a quella di uno zabaione.

      A questo punto potresti provare in questo modo, magari bilanciando la ricetta senza aggiungere la stessa quantità che mettevi di uova ma leggermente minore (In modo da non avere problemi in cottura)

      Per quanto riguarda il tuorlo ti consiglio di sostituirlo con una piccola quantità (Poco meno del peso) di olio extravergine!

      A presto!

  2. “… l’ingrediente più sottovalutato in pasticceria negli ultimi anni è proprio il latte di soia …” io mi chiederei “perché?”.
    Comunque, per una volta, non sono d’accordo con lei: NO al latte di soia in pasticceria!!!
    Il latte vaccino é e rimarrà, per me, insostituibile e prezioso!!!
    Con rispetto.
    Adele

    1. Cara Adele,
      Durante un viaggio in Giappone mi sono accorto delle enormi capacità di questo ingrediente, naturale, e se ottenuto con processi artigianali, proprio come accade da quelle parti, diventa davvero intrigante a livello gustativo.

      La nostra cultura Italiana ci insegna che il latte vaccino è alla base di tutto!
      Verissimo e concordo, ma bisogna essere sempre aperti a provare e riprovare ciò che di nuovo incontriamo sulla nostra strada!
      Io, vegetariano da più di due anni, se non bevo almeno 500 gr di latte al giorno non sono contento!

      A presto! 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...