This is not a potato

20120928-102245.jpg

“Le immagini vanno viste quali sono, amo le immagini il cui significato é sconosciuto poiché il significato della mente stessa é sconosciuto.”

René Francois Ghislain Magritte.

La patata: simbolo della memoria della terra.

Stiamo perfezionando un nuovo dessert: un piatto che parla di patate, mele e tartufo.

Ispirazione: il surrealismo di Magritte é uno sguardo molto lucido e sveglio sulla realtà, non c’é spazio al sogno ma solo il desiderio di sentire il silenzio del mondo, quindi patata, l’ingrediente
povero della nostra alimentazione, la mela, simbolo della maturità, dolcezza e umiltà del contadino che la raccoglie, e il tartufo: elogio al lusso per un ingrediente così dannatamente cercato sotto la terra, che diventa quasi un paradosso raggiungerlo per tutti.

Magritte accostava nei suoi dipinti cieli diurni e paesaggi notturni, oppure enormi pietre vicino a una nuvola, o trasformava gli animali in pietre.

È bello essere istintivi usando il cuore e il cervello.

La pasticceria e la cucina stanno anche a questo: manipolare e trasformare, con coscienza.

Questo dessert vuole essere un simbolo di progressione: come passare da una semplice patata o da una mela, simboli dell’umiltá, al massimo egoismo per la ricerca di un tesoro per molti irraggiungibile: il tartufo.

20120928-103916.jpg

Come si chiamerà questo dessert?

Il nome sará un elogio al sig. Magritte:

Pomme, Pomme et truffe.

Post scritto ascoltando: architect of The silent moment: Scott Colley

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...