Quando uno legge

We’re all commis,we’re all still learning”

Marco-Pierre White –  Dal libro “White heat”

Una piccola parentesi letteraria come questa,scritta in questo contesto,scritta in questa maniera, racchiude milioni e milioni di interpretazioni.

La voglia di tenere i piedi per terra sicuramente,ma io la interpreto come una provocazione, questa frase mi comunica che essere un buon chef è molto più importante che essere un cuoco fantastico.Vivi il passo della maturità, il passo di vedere gente formarsi con te, e di avere l’onore o il difficile compito di formare ragazzi che aspettano solo di assorbire nuovi termini, nuove tecniche e nuovi metodi di pensiero o creazione.

La maturità personale ha sicuramente un ruolo fondamentale,ricordo la mia personale battaglia contro l’impotenza di fronte al fatto che gestire un team di ragazzi non era esattamente comeimmaginavo,non era esattamente velocità,pressione o urla. Il fatto è che se fai un lavoro come il nostro,sei sotto esame costante,sei sempre,nel tuo piccolo,un commis,un apprendista, e quando pensi di sapere che quello che hai appena vissuto ti ha riempito di conoscenze e ti senti pronto per “spaccare il mondo”, ti accorgi che sei ancora sotto il livello minimo,ti accorgi che hai visto poco o niente, ti accorgi che devi ancora vedere, sentire o provare nuove sensazioni.

Per me questa citazione e’ un motto, è un must, è qualcosa che ti accompagna per tutto il resto della tua vita.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...